facebook SopravvissutiVajont© SopravvissutiVajont©
logotype

9 OTTOBRE 1963 - 22.39 PER NON DIMENTICARE

EVENTI

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Cosa significa morire nel Vajont

Dopo Marco Paolini, con la sua "Orazione Civile", si è avuto finalmente il coraggio di raccontare all'Italia intera, ma anche a noi sopravvissuti, la vera storia della Tragedia del VAJONT.

Sono nati da allora tanti blog, siti e gruppi social che parlano della tragedia parlando esclusivamente della diga, della sua funzione, di come è stata costruita ecc. come se la tragedia fosse tutta lì. Infatti, basta entrare in Facebook per trovare gruppi che parlano senza conoscere e addirittura qualcuno esalta i costruttori della diga!

L'anno scorso, io e Francesco Martini, studioso del Vajont nella sua interezza, abbiamo deciso di far vedere, per la prima volta cosa vuol dire morire nel Vajont, come si è morti nel Vajont. 

 

con qualche titubanza dato che le foto sono abbastanza forti. Certo non abbiamo messo le più truci, le più dolorose, le più impensabili......pensavamo che magari a qualcuno avrebbe anche potuto creare dei problemi, avrebbero potuto non essere "gradite"......non capire il motivo per cui pubblicavamo quelle foto .....per noi, per me, era arrivato il momento di raccontare il Vero Vajont, quel Vajont di cui non si parla mai, di quel Vajont scomodo , forte, violento...di quel Vajont ancora scomodo.....così, l'anno scorso, io e Francesco Martini, storico e studioso soprattutto del dopo-Vajont, abbiamo deciso che dal 1° ottobre fino al 9, data della tragedia, avremo pubblicato delle foto di bambini, bambini che dovrebbero essere il nostro futuro...bambini innocenti.....non riconosciuti....non hanno avuto nemmeno il diritto di avere un nome, una famiglia....qualcuno che li ricordasse.....Ogni foto è un bambino diverso ma hanno tutti le stesse ferite...lo stesso fango addosso....la stessa desolazione....Questo è il Vajont che dovremo ricordare...questo è quello che dovremo conservare nei nostri cuori e nella nostra mente perché non è la diga l'emblema dell'indifferenza, dall'incuria dell'uomo....sono questi piccoli corpi scuri, infangati, feriti, come le ferite che dovremo portare nei nostri cuori....


 

Quest'anno, per l'anniversario, metteremo anche una foto che rappresenta tutta la tragicità di questa storia....non la faremo ancora più nostra.....questa foto sarà l'emblema del Comitato Sopravvissuti Vajont....la porteremo sempre con noi perché noi lavoriamo per la Memoria....per NON DIMENTICARE !!!! 

 

Cosa significa morire nel Vajont

 

 

2017  Comitato Sopravvissuti del Vajont - Longarone  -  graphic by LABC di Romano d´Ezzelino