facebook SopravvissutiVajont© SopravvissutiVajont©
logotype

9 OTTOBRE 1963 - 22.39 PER NON DIMENTICARE

EVENTI

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Cenni storici

Cenni storici

  | ACCEDERE QUI PER LEGGERE LE LORO MEMORIE |

 

La sera del 9 ottobre 1963, alle 22.39, dalle pendici del Monte Toc, 300 milioni di metri cubi di roccia precipitarono alla velocità di 80 km/ora nel bacino artificiale della diga del Vajont, all'epoca la più alta d'Europa.

 La frana sollevò una immensa onda d'acqua e detriti che si abbatterono sui paesi di

  • Longarone
  • Pirago
  • Rivalta
  • Villanova
  • Fae'
  • Erto
  • Casso

e sulle frazioni di

  • San Martino
  • Pineda
  • Spesse
  • Patata
  • Il Cristo

 Complessivamente, la tragedia causò la morte di oltre 2000 persone.

 

In questa sezione sono raccolte le vere testimonianze dei sopravvissuti alla catastrofe.

Micaela e Ornella, Gino e Renzo,
Scilla, Ivan, Claudio, Giuseppe, Adriana, Renata, Patrizia, Renato

 

 | ACCEDERE QUI PER LEGGERE LE LORO MEMORIE |

 

2017  Comitato Sopravvissuti del Vajont - Longarone  -  graphic by LABC di Romano d´Ezzelino